Per le aziende che investono nella trasformazione dei processi produttivi con visione 4.0, viene innalzata dal 20% al 50% la misura del credito d’imposta per i beni immateriali 4.0 compresi nell’allegato B della L. 232/2016

Il potenziamento dell’agevolazione, però, riguarda solo gli investimenti effettuati:

  • dal 1° gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2022
  • ovvero entro il 30 giugno 2023, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2022 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Di seguito si riporta uno schema riepilogativo della misura del credito d’imposta alla luce delle novità introdotte dal Decreto Aiuti:

Agomir, anche in collaborazione con i suoi partner certificati, può mettere in campo la sua comprovata esperienza nei sistemi per la gestione della produzione e raccolta dati con la standardizzazione delle connessioni alle macchine utensili, come richiesto dalla normativa. Le nostre soluzioni possono essere adottate dalle aziende manifatturiere che affrontano il percorso 4.0 anche per una singola macchina, indipendentemente dai sistemi gestionali già operativi in azienda, a cui è possibile interfacciarsi secondo le specifiche esigenze.

È altresì possibile usufruire della consulenza specifica per la perizia tecnica giurata, obbligatoria per una certa tipologia di investimenti, ma consigliata anche negli altri casi.